Tre soluzioni per sostituire l’immancabile pellicola per alimenti

In tutte le nostre cucina si nasconde in fondo alla credenza uno o più pacchi di pellicola trasparente, usata maggiormente per conservare gli alimenti e il cibo avanzato. La gran parte dei materiali che conservano i cibi sono in plastica, di cui gran parte non è riciclabile e costituisce un rifiuto.

Per chi è più attento all’impatto ambientale dei propri consumi sa bene che oltre al riciclo e allo smaltimento anche limitare la produzione e il consumo della plastica, nel nostro piccolo, può contribuire a mantenere sano e pulito l’ambiente. Negli ultimi anni, infatti, si è cercato di realizzare dei prodotti alternativi ecosostenibili per diminuire l’uso della plastica e per impattare meno nello smaltimento, essendo un materiale che usiamo quotidianamente.

La pellicola trasparente può essere riciclata nella plastica ma un uso e uno smaltimento sbagliato può causare la formazione delle temibili microplastiche.

Per smettere di usarla e fare un passo verso il mondo dell’ecologia si possono trovare in commercio molte soluzioni, ma qui vi propongo le più comode ed economiche che potete reperire facilmente.

Fogli in cera d’api

Sono dei fazzoletti di cotone biologico trattato con sostanze naturali, come cera d’api, olii e resine, che li rendono appiccicosi e attraverso il calore delle mani diventano modellabili. Si possono usare direttamente sul cibo come involucro oppure come coperchio per piatti e contenitori, perché la cera d’api fa passare l’aria e non isola i cibi dall’ambiente esterno. Il materiale è naturalmente biodegradabile ed inoltre è riutilizzabile e lavabile con acqua e sapone naturale, si sconsiglia di non usare una spugna che può rimuovere la cera.

I fogli in cera d’api si possono trovare di diverse dimensioni e fantasie. Ci sono varie aziende italiane che la producono, come Beeopack e Apepak oppure la Bee’s Wrap

Coperchi adattabili

Altra alternativa alla pellicola trasparente che consente di conservare i cibi in maniera ecologica sono i coperchi in silicone. Sono robusti e flessibili, si possono deformare e tirare, infatti si adattano su qualsiasi superficie, come ciotole, tazze, piatti ecc.. e possono anche coprire la metà di un frutto, come un’anguria o una cipolla. I coperchi sono lavabili e riutilizzabili, si possono trovare di varie grandezze e di varie forme, sia circolari che rettangolari, hanno dei bordi alti un paio di centimetri che li fanno aderire bene ai bordi dei recipienti. In internet si possono trovare facilmente

Sacchetti in silicone

Un’altra soluzione alla pellicola trasparente è la busta in silicone, differente dai soliti sacchetti in plastica utilizzati per congelare gli alimenti, questo prodotto infatti è plastic-free ed ecofriendly. Con questi contenitori gli alimenti si possono conservare, congelare, inserire nel microonde ed essere trasportati. Altra caratteristica pratica è il fatto che si può vedere subito cosa c’è dentro, inoltre occupano poco spazio e si possono conservare non solo alimenti solidi ma anche liquidi. Possono anche essere lavati in lavastoviglie.

E voi usate ancora la pellicola trasparente oppure avete già fatto questo passo verso il mondo ecologico?

Articolo scritto da: chiaragnoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...